Vai al contenuto

Psicologia del colore per il design grafico

Secretos de la psicología del color en el diseño gráfico.

La psicologia del colore è un aspetto fondamentale da conoscere se si vuole diventare un grafico professionista

Il colore svolge un ruolo fondamentale nella progettazione grafica, così come la psicologia della percezione del colore da parte dell’uomo. Di seguito analizzeremo come il colore e la psicologia influenzano il processo di progettazione grafica e come potete utilizzare queste conoscenze per aggiungere profondità ai vostri progetti

La psicologia del colore è lo studio di come i colori determinano le emozioni e i comportamenti umani. La reazione ai colori si basa su una complessa serie di interazioni tra i nostri gusti personali, la nostra educazione familiare e il nostro background culturale.

Il colore può influenzare le percezioni in modo sottile; ad esempio, può esaltare o sminuire il sapore del cibo. I colori giusti possono persino aumentare l’efficacia di pillole e placebo; il blu è usato per le pillole calmanti o che inducono il sonno, mentre il rosso o il giallo sono spesso usati per gli stimolanti.

Tutti i marchi e le aziende utilizzano deliberatamente i colori nel design dei loro prodotti, imballaggi, pubblicità e siti web. Il design grafico di alto livello si basa in parte sulla capacità di selezionare i colori che funzionano con il marchio e la missione dell’azienda. La psicologia del colore può e deve essere utilizzata per innescare le giuste reazioni dei consumatori, e questo fa parte dell’obiettivo del graphic designer.

Non perderti la nostra guida definitiva sul graphic design!

Scopri i migliori corsi online, master e programmi universitari per una carriera di successo nel design con la nostra "Guida definitiva allo studio del Graphic Design: Le migliori opzioni per una carriera di successo". Modella oggi il tuo futuro nell'industria creativa.
Vedi post Leggi più tardi

Un buon design grafico anticipa anche le differenze culturali nel modo in cui i colori vengono percepiti. Lo stesso colore può avere significati molto diversi per pubblici diversi; ad esempio, nella maggior parte delle culture il giallo ha una connotazione luminosa e allegra, ma in Cina può avere una connotazione volgare o adulta. Negli Stati Uniti il bianco simboleggia la purezza e viene spesso utilizzato per i contrassegni nuziali, ma il bianco è un colore di lutto in Giappone, India, Cina, Corea e Medio Oriente. Il punto fondamentale è che bisogna conoscere il proprio pubblico e scegliere bene.

avete mai notato come una stanza gialla tenda a farvi sentire più allegri o felici, o come un vestito rosso possa farvi provare un senso di passione, mentre un cartello rosso può avvisarvi di un pericolo?

Il tema della psicologia del colore può essere un po’ complicato, perché il colore e le sensazioni possono essere molto soggettivi. Ma gli studi suggeriscono che il colore influenza le emozioni in modi specifici.

“Come azienda che produce prodotti per l’infanzia, vogliamo che il nostro marchio richiami un senso di comfort e affidabilità. Crediamo che la scelta dei colori svolga un ruolo importante nel generare queste emozioni”, afferma Tali Zipper, vicepresidente del marketing di Baby K’tan LLC. L’autrice spiega la strategia di scegliere colori allegri che siano anche sinonimo di affidabilità, incoraggiando i clienti a sentirsi a proprio agio quando acquistano i loro prodotti.

Zip spiega poi che l’azienda ha trovato studi che suggeriscono che il blu è spesso associato alla credibilità e alla calma. Hanno deciso di cambiare il blu con una tonalità più vivace, in modo che i clienti associassero il loro marchio alla gioia.

Secondo Lauren Ellis, direttore creativo di Masonry, è anche importante riconoscere che i diversi colori possono evocare emozioni diverse a seconda della cultura. Ad esempio, nelle culture occidentali il rosso è spesso sinonimo di pericolo, passione o rabbia, mentre nelle culture orientali è sinonimo di fortuna o gioia. Il blu è considerato maschile negli Stati Uniti, ma femminile in Cina.

Ogni colore è unico e ciò che trasmette o meno dipende dalla persona e dai sentimenti che ha associato a un determinato colore. Tuttavia, in generale, i colori tendono a trasmettere le stesse sensazioni alla maggior parte delle persone

Descriviamo brevemente le caratteristiche legate a ciascuno dei colori principali

Colori caldi

Il rosso, l’arancio e il giallo e le loro variazioni terziarie sono i colori caldi. In generale sono positivi, appassionati, allegri, entusiasti e pieni di energia

Rosso (colore primario)

Psicología de los colores para diseñadores gráficos profesionales.

Associazioni positive: passione, emozioni forti, eccitazione, amore, fiducia, comfort, calore.

Associazioni negative: pericolo, rabbia, violenza, fuoco, guerra.

Usi comuni nel design: rosso brillante come colore di spicco; rosso scuro, in combinazione con grigio e bianco, per un look professionale ed elegante.

Scoprite tutti i segreti del colore rosso nel nostro articolo sulla psicologia del colore rosso

Arancione (secondario)

Associazioni positive: eccitazione, energia, salute e vitalità, cordialità, entusiasmo, bellezza, terrosità, cambio di stagione, avvicinabilità e calore.

Associazioni negative: nessuna.

Usi comuni del design: i siti web di alimenti e bevande utilizzano spesso l’arancione perché stimola l’appetito.

Giallo (primario)

Psicología del color aplicada al diseño gráfico.

Associazioni positive: calore, gioia, cura, felicità, speranza.

Associazioni negative: rabbia, frustrazione, cautela/pericolo, codardia, inganno.

Usi comuni del design: gialli tenui per prodotti e servizi legati ai bambini; ori e gialli più scuri per un aspetto antico e un senso di fascino o permanenza.

Per tutti i dettagli sul giallo, ecco un articolo sulla psicologia del giallo.

Colori freddi

Il verde, il blu e il viola e le loro variazioni terziarie sono i colori freddi. In generale, sono più riservati, rilassati, professionali e calmi rispetto ai colori caldi.

Verde (secondario)

Associazioni positive: natura, crescita, salute, nuovi inizi, denaro, rinnovamento, calma, abbondanza, tranquillità, fertilità, fortuna, armonia, equilibrio.

Associazioni negative: gelosia, invidia, avidità, mancanza di esperienza.

Usi comuni del design: disegni legati alla natura, al rinnovamento, alla stabilità e alla ricchezza. I verdi più brillanti sono più comuni per i disegni vibranti ed energizzanti, i verdi oliva sono più comunemente usati per indicare il mondo naturale, e i verdi più scuri sono i migliori per segnalare ricchezza e stabilità.

Per tutti i dettagli sul colore verde, non perdetevi la nostra guida alla psicologia del colore verde.

Blu (primario)

Associazioni positive: autorevole, calmo, conservatore (ma può anche indicare valori politici liberali), maschile, non minaccioso, pacifico, rinfrescante, affidabile, responsabile, sereno, stabile, forte, tranquillo.

Associazioni negative: tristezza, depressione, distanza, volgarità e temi adulti.

Usi comuni del design: il blu baby per i prodotti per bambini e neonati; il blu chiaro per effetti calmanti e rilassanti; il blu brillante per una sensazione rinfrescante ed energizzante; il blu scuro per i design aziendali e altri luoghi in cui affidabilità e forza sono importanti.

volete saperne di più sul colore blu? Consultate il nostro articolo sulla psicologia del colore blu

Viola o porpora (secondario)

Associazioni positive: magia, creatività, mistero, spiritualità, immaginazione, lusso, regalità, romanticismo, ricchezza e onore militare.

Associazioni negative: nessuna.

Usi comuni del design: viola chiaro per coccole, bellezza e romanticismo; viola scuro per lusso e ricchezza.

Colori neutri

I colori neutri sono essenziali nella progettazione grafica perché spesso fungono da sfondo e devono produrre i giusti effetti in combinazione con colori d’accento più brillanti.

Tuttavia, i neutri possono anche parlare da soli e trasmettere significati e messaggi sofisticati.

Bianco

Associazioni positive: pulizia, sposa, innocenza, verginità, salute, purezza, bontà e pace.

Associazioni negative: freddo, noioso, monotono, insipido, impersonale, poco stimolante e sterile.

Usi comuni del design: come sfondo, il bianco permette agli altri colori di brillare; può anche essere usato per creare design minimalisti; il bianco può anche trasmettere l’estate e l’inverno.

Guida al colore bianco

Nero

Associazioni positive: magia, Halloween, potere, moda, eleganza, mistero, ricchezza e formalità.

Associazioni negative: morte, male, intimidazione, lutto, controllo, sfortuna e occulto.

Usi comuni del design: si usa per trasmettere un senso di aggressività, mistero o eleganza. Il nero è anche il colore predefinito per la tipografia.

Grigio

Associazioni positive: professionale, formale, sofisticato.

Associazioni negative: deprimente, noioso, lunatico.

Usi comuni nel design: corporate design, sfondi e tipografia.

Marrone e beige

Associazioni positive: terreno, concreto, realistico, caldo, familiare, affidabile, fermo, confortevole e sicuro.

Associazioni negative: noioso, squallido.

Usi comuni nel design: sfondi, soprattutto per il legno e la pietra dall’aspetto naturale, e come sostituto della tipografia o degli sfondi neri.

Il design grafico richiede molto di più della selezione di piacevoli combinazioni di colori. L’attenta scelta dei colori per ottenere determinati effetti desiderati è solo una parte del lavoro del graphic designer

Ciò significa che una profonda comprensione della psicologia del colore e la capacità di utilizzare ciascun colore in modo strategico sono componenti fondamentali di un design grafico di successo.

La conoscenza della psicologia del colore è un’arma molto potente per chiunque lavori nel mondo del design, della pubblicità, del marketing, della moda, ecc

Se volete scoprire tutto ciò che si nasconde dietro ognuno dei colori, non perdetevi i nostri articoli sulla psicologia dei colori, in cui vi mostriamo in modo approfondito tutti i dettagli sui colori per poterli utilizzare nei vostri progetti

Autore

Laureato in Psicologia e appassionato di chitarra flamenca e giochi da tavolo, il mio percorso professionale mi ha portato a comprendere il profondo legame tra comportamento umano e marketing. Nel corso degli anni, ho affinato la mia capacità di analizzare e interpretare le tendenze del mercato e le risposte dei consumatori. Su The Color Blog, unisco le mie conoscenze psicologiche alla mia passione per la scrittura, offrendo prospettive uniche sul marketing, la storia e le interazioni umane che caratterizzano la nostra era digitale.View Author posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *